Adolescenza

L’adolescenza costituisce il periodo della vita durante il quale l’individuo affronta profonde trasformazioni sia fisiche, sia psichiche che spesso comportano difficoltà, disagi e malesseri. Spesso il giovane entra in crisi, va in confusione e tende nascondere questi disagi anche a se stesso oppure li comunica con estrema difficoltà a coloro con cui quotidianamente entra in contatto. L’adolescenza è sicuramente un momento assai difficile da vivere.

L’adolescente non è un bambino ma non è neanche un adulto ed è continuamente in conflitto tra il desiderio di ritornare piccolo e dipendente dai genitori ed il desiderio di staccarsi da loro per poter sperimentare il mondo esterno.

In questo periodo molte parti della vita dell’adolescente vanno in crisi; il ragazzo si accorge che i genitori non sono perfetti come credeva, anche loro hanno dei limiti e si rende conto che loro non hanno tutte le risposte. Quelli che erano i suoi punti di riferimento vengono messi in discussione. Ecco che allora l’adolescente critica i comportamenti degli adulti e promette a se stesso che farà scelte diverse e migliori.

A livello cognitivo diventa capace di fare ragionamenti sempre più complessi e astratti.

Il gruppo diventa di grande importanza per l’equilibrio ed il benessere ed è uno spazio di confronto e rispecchiamento, con sue regole specifiche spesso in opposizione a quelle del mondo degli adulti.

A volte per la famiglia o per la scuola è difficile intervenire o semplicemente comprendere il tipo di disagio alla base del cambiamento del comportamento del ragazzo. In questi casi è consigliabile rivolgersi ad  esperti che possano aiutare i genitori ad individuare il tipo di disagio ed eventuali modalità di intervento.